Alienazione parentale

1
590
CHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA IN SEDE
Caricamento in corso ...

Per un padre uno degli aspetti più terribili da affrontare, nel corso di una separazione, è l’allontanamento dai propri figli. L’allontanamento spesso non è solo fisico, ma è affettivo.
Succede generalmente nei casi in cui il genitore affidatario (ovvero la madre nel 99% dei casi) renda i figli partecipi del proprio conflitto coniugale e delle proprie ragioni di risentimento (fondate o meno che siano). In altri termini, i figli vengono utilizzati come strumento di pressione e di ricatto, ai danni del padre.
CHIEDI UNA CONSULENZA TELEFONICA

La sindrome PAS da alienazione genitoriale

Si utilizza, per descrivere questo fenomeno, il termine “sindrome da alienazione parentale” (anche abbreviata come sindrome PAS), facendo riferimento al comportamento del genitore affidatario, teso a fomentare nei figli odio e avversione nei confronti del’altro genitore (l’acronimo PAS, in particolare, sta per “Parental Alienation Syndrome“.
È evidente che a pagarne le spese non sarà solo il genitore odiato, ma sarà, prima di ogni altri, lo stesso figlio, ingannato e manipolato.

Comportamenti ostruzionistici

Anche nei casi meno eclatanti, ma non per questo meno gravi, si riscontra spesso nel genitore affidatario l’abitudine di utilizzare i figli per recare quanto più fastidio e disturbo al coniuge non affidatario. Si ostacolano, ad esempio, le visite o si impongono orari e condizioni non compatibili con le esigenze di vita del padre.
Di fronte a questi atteggiamenti, per quanto un padre si impegni, riuscire ad essere presente nella vita dei figli sarà sempre un’impresa.

Come difendersi

Il rapporto con i tuoi figli dovrà durare tutta la vita e cedere ai piccoli o grandi ricatti sarà probabilmente la scelta peggiore, poiché non farai altro che alimentarne di nuovi. Subire passivamente innescherà una spirale, come in tutti i casi in cui si rivela ad un “avversario” il proprio punto debole.
Per questo, secondo la nostra esperienza, è necessario fin da subito opporsi agli atteggiamenti ostruzionistici e a tutti quei comportamenti che coinvolgano i figli nella conflittualità coniugale, portandoli a schierarsi a favore di un genitore contro l’altro.
Ti occorre sapere che la Legge (se opportunamente utilizzata) ti offre gli strumenti per reagire e per difenderti. La condotta del genitore che, con i propri comportamenti, produca l’allontanamento affettivo del figlio dall’altro coniuge è, infatti, espressamente sanzionabile. I casi (anche quelli da noi già personalmente affrontati) sono numerosi e la buona notizia è che anche la giurisprudenza, in occasione di numerose recenti pronunce favorevoli, ha manifestato la sua sensibilità, offrendo ai padri le opportune tutele.

Come procedere

Se tua moglie impedisce o limita il tuo diritto di visita, se scorgi in tuo figlio atteggiamenti di avversione nei tuoi confronti, indotti da tua moglie, non esitare a contattarci. Saremo al tuo fianco e cureremo la tutela dei tuoi diritti.
I nostri legali sono a Tua disposizione per offrirti gratuitamente l’assistenza specialistica di cui necessiti.
Scrivici ad info@separati.org. Riceverai immediatamente risposta.

Chiedi una consulenza riguardo quest’articolo
Il tuo messaggio non verrà pubblicato. Ti risponderemo privatamente.

Comments are closed.