Come annunciare la separazione ai figli

Comunicare la decisione di separazione ai propri figli è una delle fasi più critiche e vulnerabili durante il divorzio dei genitori. Per questo è importante come viene gestito questo passaggio così delicato.

0
148

I genitori prima di comunicare questa decisione ai propri figli dovrebbero elaborare
almeno in parte le proprie emozioni connesse alla separazione, solo in seguito possono
affrontare i figli. Questo perché se i genitori sono ancora sotto shock rischiano di
traumatizzare il figlio.

Dirlo non troppo presto e non all’ultimo

Il momento più indicato per fare questa comunicazione non deve essere troppo in anticipo perchè i bambini più piccoli se lo dimenticano e quelli più grandi si convincono che l’allarme è rientrato. Non deve neanche essere all’ultimo momento, perchè manca il tempo per elaborarlo. La valutazione del tempo varia a seconda delle età: da una settimana per i più piccoli a un mese per gli altri.

Comunicarlo insieme, accordandosi prima

È bene che questa comunicazione venga fatta dai due genitori insieme, dopo essersi accordati su cosa è importante e utile dire, in un secondo tempo potranno riprendere il discorso ciascuno separatamente con i figli. Durante la comunicazione è importante sottolineare che i genitori, pur non restando più marito e moglie, resteranno sempre genitori.

Garantire ai figli una stabilità e una continuità nella frequentazione delle figure di riferimento

Un altro aspetto da tenere in considerazione e da approfondire prima della comunicazione della separazione ai figli riguarda le decisioni per garantire ai minori una stabilità e una continuità di frequentazione coi genitori e con le loro figure di riferimento oltre che con la rete amicale e i contesti cui sono soliti frequentare. Se l’età lo permette è importante coinvolgere i figli in queste decisioni per farli sentire importanti e meno impotenti.

Descrivere cosa accadrà, chi ci sarà e quando

Un altro punto che può attutire lo shock iniziale è descrivere quali saranno le conseguenze per loro: ad esempio chi lo porterà a fare calcio, o chi lo verrà a prendere da scuola etc..

Uso del calendario

A proposito di questo aspetto è utile un calendario in cui contrassegnare i giorni con colori diversi, cosi che il bambino possa vedere chi lo viene a prendere, chi lo accompagna. Facendo in questo modo il bambino si sentirà più sicuro, sapendo che entrambi i genitori continueranno a prendersi cura di lui. I bambini hanno bisogno di stretti contatti con entrambi i genitori. Questo secondo alcune ricerche vale soprattutto per i bambini più piccoli. Infatti il compito evolutivo della prima infanzia è quello di imparare che il mondo è un luogo buono e accogliente dove si è i benvenuti. Riuscire a fare passaggi graduali senza cambiamenti bruschi e a mantenere un’uniformità di abitudini e avere contatti regolari con tutte le figure di attaccamento rappresentano la migliore soluzione che possa esserci per loro.

Chiedi una consulenza riguardo quest’articolo
Il tuo messaggio non verrà pubblicato. Ti risponderemo privatamente.